I nostri valori

Il nostro obiettivo primario è offrire ai clienti un ambiente sicuro e accogliente, che non faccia pressioni perché si conformino a ideologie politiche o a un indottrinamento religioso.

Il diritto del cliente a determinare le proprie scelte di vita è fondamentale nel nostro apprccio, poiché noi cerchiamo di offrire alle persone un luogo in cui possano esplorare i propri sentimenti e decidere come vogliono vivere la propria vita.

Di seguito trovate le nostre line guida fondamentali per coloro che lavorano in questo ambito.

 

Attitudini verso i clienti, nel counselling o nella terapia

Linea guida 1. I professionisti sono incoraggiati a rispettare la dignità e l’auto-determinazione di tutti i propri pazienti, e di rispettare le loro scelte.

Linea guida 2. I professionisti sono incoraggiati a riconoscere la complessità ed i limiti nella comprensione dell’eziologia dei comportamenti sessuali, delle attrazioni e delle abitudini indesiderate.

Linea guida 3. I professionisti sono incoraggiati a comprendere come i propri valori, le proprie attitudini e le proprie conoscenze sull’identità e sulla sessualità incidano sulla valutazione e sull’intervento con i pazienti che presentano attrazioni e comportamenti indesiderati.

Linea guida 4. I professionisti sono incoraggiati a rispettare il valore della fede religiosa dei pazienti ed a trattenersi dal formulare dei pregiudizi dispregiativi riguardo le motivazioni che muovono alla ricerca di interventi orientati al cambiamento.

Linea guida 5. All’inizio del supporto o del trattamento, i professionisti sono incoraggiati a fornire ai pazienti tutte le informazioni sui processi di cambiamento e sugli esiti dell’intervento affinché il consenso informato sia sufficientemente accurato.

Linea guida 6. I professionisti sono incoraggiati a considerare e comprendere le pressioni provenienti dalla cultura, dalla religione e dalla famiglia che vengono affrontate dai pazienti che lottano contro le attrazioni sessuali indesiderate o che desiderano esplorare la propria identità.

Linea guida 7. I professionisti sono incoraggiati a riconoscere le particolari difficoltà ed i rischi che esistono per i giovani che sperimentano sentimenti sessuali indesiderati, incluse le attrazioni per le persone dello stesso sesso. Dovrebbero anche riconoscere la maggiore fluidità dell’orientamento sessuale che sembra esistere tra i giovani.

 

Considerazioni per i terapeuti sul trattamento e sul supporto

Linea guida 8. I professionisti sono incoraggiati ad utilizzare degli approcci psicologici riconosciuti dalla comunità professionale nei propri interventi terapeutici.

Linea guida 9. I professionisti sono incoraggiati a formarsi circa le condizioni psicologiche e comportamentali che spesso si accompagnano ai problemi dell’identità sessuale ed ai comportamenti sessuali o relazionali, alle attrazioni ed alle abitudini indesiderate.

Linea guida 10. I professionisti sono incoraggiati a proporre o ad inviare i pazienti ai servizi di trattamento adeguati al fine di aiutarli a gestire il loro problema.

 

Formazione continua

Linea guida 11. I professionisti sono incoraggiati a compiere ogni sforzo ragionevole per familiarizzarsi con le risorse mediche, di salute mentale, spirituali e religiose che possano supportare i pazienti nella loro ricerca del cambiamento.

Linea guida 12. I professionisti sono incoraggiati ad incrementare le proprie conoscenze e competenze sulla letteratura che riguarda i pazienti che cercano il cambiamento, e a ricercare una educazione continua, una formazione, una supervisione ed una consulenza che incrementerà il loro lavoro in quest’area.

 

Adattato dal Narth: Practice Guidelines for the Treatment of Unwanted Same-Sex Attractions and Behavior (2008). https://www.scribd.com/doc/115508811/NARTH-Institute-Practice-Guidelines

Download the information in pdf format

Download